giovedì 5 febbraio 2009

Intervallo

Ogni tanto lo faccio. Mi prendo un intervallo. Esco leggera e mi metto alla guida. I pensieri passano avanti. Io poi li raggiungo.
Questo è l'intervallo di oggi.



Un tratto di strada
è quello che siamo
Una discesa al mare
di ciottoli e spuma
e di onde sbattute
Percorsi di desideri come maree
che avanzano e indietreggiano
e non sai mai se è un inizio quello che sono
oppure no

5 commenti:

baskerville ha detto...

ognuno ha gli intevalli che si merita. meglio che non ensi ai miei. ecco.

baskerville ha detto...

(l'intervallo era anche corto. e la p di pensi non ci stava)

l'altra effe ha detto...

..però hai fatto una parentesi più lunga dell'intervallo per dire della "p" :) Non so se i miei intervalli siano meritati, o piuttosto rubati

Fabioletterario ha detto...

Bell'intervallo... Beata te...

l'altra effe ha detto...

x fabio. Grazie..quando posso rubo intervalli così..:)!